Solo House II

Office KGDVS

Mas de Muixardo, 44623 Cretas, Teruel, Spagna, 2012-2017


Nella regione della Matarraña, in Spagna, il developer francese Christian Bourdais ha commissionato allo studio belga Office KGDVS una residenza di campagna. Solo House II è la seconda di quindici case vacanza sperimentali che verranno realizzate a Cretas, all’interno di una riserva naturale di circa cinquanta ettari a sud di Barcellona, soprannominata la ‘Toscana di Spagna’. La prima residenza, è stata realizzata nel 2013 dallo studio cileno Pezo von Ellrichshausen.

Solo House II è un recinto circolare ubicato su un altopiano con vista a 360 gradi sul panorama circostante. Si tratta di un tema, quello del recinto, caratteristico dell’approccio di Office KGDVS, riproposto in diverse occasioni e a varie scale, come dispositivo di selezione. Sistematicamente, ogni progetto di Office KGDVS è basato sulla costruzione di una ‘stanza’ entro un dato contesto. Nello specifico, quello di Cretas è uno scenario incantevole e i progettisti hanno ritenuto che l’architettura dovesse essere quasi invisibile e sottolineare semplicemente le qualità naturali della campagna circostante. Nel tentativo di enfatizzare il più possibile questo rapporto visuale e fisico con l’ambiente, l’architettura viene progettata come un recinto spesso ma completamente trasparente, un dispositivo per la contemplazione del paesaggio. La residenza si sviluppa su una superficie di 1600 metri quadri, poggia su un basamento in cemento ed è sormontata da una copertura circolare di 45 metri di diametro. Il tetto, anch’esso realizzato da una semplice lastra in calcestruzzo armato è sostenuto da otto file di pilastri che formano 4 corde sulla circonferenza. Solo queste porzioni, che appaiono in pianta come sottili mezzelune, e definiscono idealmente un quadrato inscritto nel cerchio – un altro schema ricorrente nella poetica del duo belga – sono le aree abitabili. Esse sono progettate con livelli di intimità variabili e accolgono rispettivamente il soggiorno, la camera matrimoniale e la camera per gli ospiti, ognuna delle quali misura 60 metri quadri. Sul perimetro esterno è disposto un solido sistema di facciata scorrevole, composto da una serie di sezioni modulari. Ogni elemento è costituito da una lastra di lamiera metallica stirata, a rombi orizzontali, che viene accoppiata a pannelli di policarbonato, per fornire privacy e ombra quando chiusa. A dividere gli spazi abitativi, tre in tutto, sono i grandi serramenti tra i pilastri e una serie di tende leggere, argentate, cangianti che possono essere spostate e raccolte a piacimento degli ospiti, mettendo in dialogo sia i diversi ambienti tra di loro, sia le camere stesse con l’esterno, in modo fluido e dinamico. Gli interni delle tre unità abitative sono scarni, gli elementi del quotidiano come gli arredi sono ridotti al minimo e gli spazi serventi (bagni, cucina, armadi) sono disegnati come volumi puri, scintillanti e autoportanti. L’ambiente viene impreziositi da alcuni oggetti-arredo ispirati dalla geometria elementare della struttura, come la serie ibrida SoloChair di Richard Venlet che rielabora il binomio cerchio-quadrato della villa e la chaise longue WireS# dei designer Müller Van Severen. Il cuore dell’architettura è definito da un patio comune che racchiude una generosa porzione di paesaggio, 1050 metri quadri, e una piscina, quasi un lago naturale scavato in diagonale rispetto alle quattro linee delle colonne. Poiché il sito non è collegato ad alcuna rete, la casa è completamente off-the grid, autosufficiente. I pannelli fotovoltaici forniscono energia termica ed elettrica, che viene immagazzinata in serbatoi di accumulo. L’acqua viene raccolta dal terreno della tenuta e purificata dopo l’uso. Tutti gli impianti sono a vista: pannelli fotovoltaici, serbatoi cilindrici per lo stoccaggio dell’acqua e voluminosi generatori di corrente, tutti sono posizionati come oggetti astratti, scultorei sul tetto e sono stati decorati in acrilico dell’artista Pieter Vermeersch.

Autore Scheda
Veronica Caprino
Revisori
Francesco Polidori
Dettagli del progetto
Stato dell'opera

Originale

Funzione

Residenze di campagna/rustici

Tags

Architettura del Paesaggio, recinto, residenza, spagna

Categoria di intervento

ex novo


Cronologia

-

Figure professionali coinvolte

Architetto: Office KGDVS - Kersten Geers, David Van Severen
Design Team: Kersten Geers, David Van Severen, Jan Lenaerts, Inga Karen Traustadottir, Pierre Gernay, Joshua Braegger, Jacopo Lugli, Santiago Giusto
Architetto associato: Diogo Porto Architects
Collaboratore: Jan Lenaerts
Intervento artistico: Pieter Vermeersch
Tecnologia: Alfonso Arrufat
Impianti: Montañes Instalaciones
Strutture: Laguens Arquitectos Asociados
Costruzione: Construccions Ferras Prat

Committenza

Christian Bourdais ed Eva Albarran rappresentano l'incontro di due mondi che sembrano opposti. Il developer e il produttore d'arte tuttavia si uniscono per creare una raffinata miscela di architettura, arte e proprietà immobiliari.
Su uno sfondo naturale di 100 ettari del maestoso parco naturale "Los Puertos de Beceite" della regione di Matarrana in Spagna, Solo Houses è un'abile mix di architettura, opere d'arte e percorsi paesaggistici progettati appositamente per il sito. Solo Houses invita i vacanzieri e i visitatori a intraprendere un viaggio artistico e architettonico coinvolgente soggiornando presso il Solo Hotel - il fulcro della comunità Solo e progettato dall'architetto cileno Smiljan Radic o una delle ville eccezionali pensate brillantemente da un gruppo di giovani architetti internazionali. Progettata per un'esperienza sia individuale che collettiva, Solo Houses favorisce l'idea di un'esperienza architettonica unica combinata con attività culturali esclusive che coprono arte, cinema, natura, sport e cucina, come un paesaggio site specific progettato da Bas Smets e un programma culturale a cura di Hans Ulrich-Obrist per esempio.
Solo Houses non ha ancora raggiunto la sua forma definitiva e il sito attualmente accoglie due di quindici splendide case vacanza, progettate rispettivamente dagli studi Pezo Von Ellrischausen e Office KGDVS.

Solo Houses - https://solo-houses.com

Imprese costruttrici

-

Budget dell'opera

-

Borasi, Giovanna (a cura di). Besides, History: Go Hasegawa, Kersten Geers, David Van Severen. CCA/Koenig Books, 2018.

AA.VV.. OFFICE Kersten Geers David Van Severen Vol. 1, 2 & 3. Verlag Der Buchhandlung Walther König, 2017.

AA.VV.. OFFICE Kersten Geers David Van Severen. Prefazione a cura di Mark Lee. In: a+u 2019:12. Japan: Architecture and Urbanism (a+u), 2019, n. 591, .

AA.VV.. El Croquis 185: OFFICE Kersten Geers David Van Severen, ‘Primary Actions’.. In: El Croquis. 2016, n. 185, .