Chiesa universitaria di San Tommaso d’Aquino

Vittorio De Feo

Via Roberto Lepetit, 99, Roma, RM, Italia, 2002-


Opera ultima di Vittorio De Feo, la cappella di San Tommaso d’Aquino si trova all’interno del polo universitario di Tor Vergata. Seppure compatto, il blocco della cappella è articolato in una serie di episodi che tendono a risolvere i suoi prospetti in immagini varie e nuove ma non prive di connotazioni storiche, e ad attribuire all’edificio una configurazione consona all’importanza del tema. Anzitutto, elementi di rilievo sono gli ingressi alla cappella. Un ingresso minore, di uso più consueto, è posto lateralmente all’edificio ed è caratterizzato da una copertura a timpano. L’ingresso principale è connotato dalla presenza di due volumi cilindrici, uno pieno e l’ altro porticato, rispettivamente sormontati da una cupola e da una guglia conica. Le diverse coperture, le variazioni di altezza, l’ ombrosità del portico richiamano elementi architettonici delle chiese romane del passato. A sinistra dell’ ingresso sono collocate due raffigurazioni di angeli, che ripristinano la più tipica integrazione tra scultura e architettura. Il volume della chiesa si impernia su un elemento circolare che ricorda il tempietto del Bramante, estroflesso sul fronte. Lo spazio interno della cappella è scandito dalla successione di vestibolo, atrio, navata e presbiterio, che costituiscono ambienti distinti ma non separati. La navata è ruotata di circa 30° e le differenti angolazioni dell’ asse di impianto dell’ edificio e di quello dell’ aula sono mediate da una balconata continua che, a quota intermedia, avvolge quasi completamente sia la navata sia il presbiterio. A questa balconata è particolarmente affidata la costruzione dello spazio interno, ricco di molteplici angolazioni prospettiche. I rapporti spaziali sono vivificati dalla luce che in maggior parte proviene da una vetrata protetta da una ombrosa loggia e dai lucernari che interrompono la continuità del soffitto della navata. Una robusta trave forata separa il soffitto piano dell’ aula dal più alto soffitto a volta del presbiterio, nel quale si addentra la torre campanaria sovrapposta alla sacrestia. L’illuminazione del presbiterio avviene attraverso un’ ampia finestra crociata, la cui luce è filtrata da vetri colorati che accentuano l’atmosfera religiosa.

Autore Scheda
Rita Polito
Revisori
Claudia Tofanelli
Redazione ArchiDiAP
Dettagli del progetto
Stato dell'opera

Originale

Funzione

Chiese

Tags

chiesa, tor vergata, vittorio de feo

Categoria di intervento

3D
Andrea S.
Figure professionali coinvolte

Progetto: Prof. Arch.Vittorio De Feo
Collaboratori: Arch. M. Grazia D\'Amelio, Prof. Ing. Franco Maceri
Campane: Marinelli Pontificia Fonderia di Campane, Agnone (IS)

Taormina, Francesco. Monologo con Vittorio De Feo. Palermo: Sellerio, 2001.

Dal Co, Francesco, Claudia Conforti. Opere e progetti / Vittorio De Feo. Electa Mondadori, 1987, ISBN 978884352078.

De Feo, Vittorio. La cappella di San Tommaso d'Aquino a Tor Vergata. Roma: Clear, 2002.

. Chiesa oggi. In: .. Di Baio Editore, ., n. 58, .