Centro Anziani Falcognana

IaN+

Via Zaccaria Betti, 57, Roma, 00134 RM, Italia, 2007-2013


Il centro anziani, opera dello studio romano IaN+, è situato a Falcognana, luogo della periferia romana posto lungo la via Ardeatina e oggetto di un ampio intervento di riqualificazione urbana.

Il progetto di riqualificazione prevede la realizzazione di spazi pubblici aperti, come la piazza centrale e le terrazze attrezzate con parco giochi, aree verdi, un centro sportivo, micro-giardini, passeggiate alberate ed il centro anziani. L’edificio che ospita il centro anziani, data la particolare posizione, tenta di porsi come una vera e propria cerniera tra il centro urbano e la campagna circostante.

L’area di intervento è caratterizzata da uno salto di quota che costituisce uno degli aspetti essenziali per la definizione di un edificio pubblico capace di riqualificare l’agglomerato urbano e riorganizzare la vita sociale del luogo.

Situato in un’area di circa 12000 mq, l’edificio di 450 mq si articola in un’unica stecca suddivisa da una parete vetrata in due spazi trapezoidali posti a quote differenti, in modo da assecondare il dislivello naturale del terreno. L’ingresso del centro si trova nel piano superiore e il dislivello tra i due volumi, di circa 1 metro, viene superato all’interno da una breve scala, mentre all’esterno da una rampa rivestita dello stesso materiale della pavimentazione della piazza: la quarzite. Ad enfatizzare il dialogo tra interno ed esterno, l’involucro è caratterizzato da differenti gradi di trasparenza.

La struttura portante è costituita un telaio estradossato in calcestruzzo armato colorato, costituito da una serie di elementi verticali a “V” con un angolo di circa 80°, che in cima si ripiegano orizzontalmente diventando le travi del tetto aggettante, lasciate visibili tra i solai anche all’interno dell’edificio.  Le tre campate  romboidali   sono l’elemento distintivo dell’edificio. Cavi d’acciaio che corrono orizzontalmente lungo le travi, diventano la trama per far crescere la vegetazione e completare così un ambiente porticato tra l’edificio principale e la piazza

Anche l’utilizzo dei materiali e dei colori tende a ribadire il rapporto con il contesto circostante: i rivestimenti di resina verde sul pavimento di cemento stabiliscono una continuità cromatica con i prati vicini, mentre il cemento della struttura è colorato con il pigmento rosso tipico degli edifici della campagna romana e determina un effetto crudo quasi brutale che enfatizza la qualità del materiale.

Gli spazi esterni e semi-privati che collegano l’edificio, come gli interni, sono pensati come un’estensione di spazi domestici ed ospitano spontanee attività sociali degli abitanti.

Il progetto si presenta dunque come un’intuizione coerente, un tassello importante nel più ampio progetto di recupero dell’area che, nonostante degli accenti quasi  nella struttura, si inserisce con delicatezza nel contesto favorendo la compenetrazione tra centro abitato e campagna.

Autore Scheda
Redazione ArchiDiAP
Revisori
Rocco Murro
Marco Pietrosanto
Dettagli del progetto
Stato dell'opera

Originale

Funzione

Circoli, centri ricreativi

Tags

carmelo baglivo, ian+, luca galofaro, roma, stefania manna

Categoria di intervento

Cronologia

2005 - 2013

Figure professionali coinvolte

Progettisti: IaN+ (Carmelo Baglivo, Luca Galofaro, Stefania Manna)
Gruppo di progettazione: Gianluca Fontana, Serena Mignatti, Florindo Ricciuti, Giuseppe Vultaggio, Philippe Buenge
Consulente Strutture: Ing. Piero Bucchi
Impianti: Bernardino Carpentieri

Committenza

Comune di Roma

Imprese costruttrici

Aedifica Appalti Srl - ATI Recchia Giovanni / SA.FO. Costruzioni srl

ROSSI, Piero Ostilio. Roma. Guida all'architettura moderna 1909-2011. Roma: Laterza, 2012.